CHIAMACI
+39 0524 376170

Allineamenti catastali 98€ iva compresa

L'allineamento catastale serve per affermare che vi è piena conformità tra lo stato di fatto del bene e i dati catastali e le planimetrie del bene stesso.

L’allineamento catastale è  la procedura che con la compilazione in via informatica di un modulo (DOCFA), aggiorna il dato in Catasto in termini soggettivi e oggettivi. In termini soggettivi perché, introducendo nella banca dati catastale i passaggi intermedi non ancora volturati, uniforma il dato catastale con l'intestazione attuale dell’immobile rinveniente dai Registri Immobiliari. In termini oggettivi perché riporta la situazione reale dell’immobile, sia in riferimento allo stato di fatto (con eventuali ampliamenti/modifiche strutturali) che alla destinazione d’uso (da garage a civile abitazione, ad esempio).

In caso di errori catastali riscontrati nei dati relativi ad una unità immobiliare, è possibile richiedere la correzione dei dati catastali presso la banca dati online del Catasto (Agenzia delle Entrate). 


L’errore catastale più frequente può riguardare l’ortografia con cui è registrato presso il Catasto il nominativo dell’intestatario (nome e cognome, nel caso di persona fisica; ragione sociale, se si tratta di una società), così come eventuali trascrizioni errate presso l’Agenzia delle Entrate di ulteriori dati di riconoscimento del proprietario (codice fiscale, data e luogo di nascita, sede legale dell’azienda, e così via).
La correzione catastale può riguardare altresì i dati catastali dell’immobile, come ad esempio l’indirizzo ed il numero civico, il piano, l’interno, il numero di vani o i metri quadri.
Sia che l’errore catastale riguardi i dati dell’intestatario, sia che faccia riferimento a quelli dell’unità immobiliare, per avviare la procedura di correzione catastale ed agevolare il corretto allineamento presso il Catasto online è necessario avere a disposizione i dati catastali identificativi (foglio, particella, eventuale subalterno), e la copia di un documento ufficiale quale l’atto di compravendita, la dichiarazione di successione, la domanda di Voltura Catastale, o la denuncia al Catasto di nuova costruzione o variazione catastale.
Qualora l’errore di trascrizione dei dati catastali sia presente direttamente sull’atto notarile, non sarà possibile effettuare la correzione catastale al Catasto senza prima aver consultato il notaio e la Conservatori